lunedì, settembre 24

ABAD – Consiglio Comunale Bellinzona

0

Il Movimento per il socialismo (MPS) ha preso atto con soddisfazione della elezione di un candidato proposto dalla lista MPS-POP-Indipendenti quale delegato all’assemblea dei delegati dell’ABAD, avvenuta nel corso della seduta del Consiglio Comunale di Bellinzona tenutosi in serata. Questo delegato non è un membro della lista, ma un cittadino che è stato utente dei servizi di ABAD.

Questa elezione (il Municipio aveva proposto solo candidati proposti dai partiti presenti in Municipio) conferma la coerenza dell’MPS che, da sempre, ha sostenuto la necessità che anche gli utenti degli organismi pubblici siano rappresentanti nelle istanze di questa associazioni. Certo è una presenza marginale, ma un passo significativo.L’MPS non può tuttavia che deplorare il fatto che alla rappresentante dell’MPS non sia stato permesso di tenere il suo intervento nel quale riprendeva i problemi gestionali emersi in questi ultimi mesi e, proprio sulla base di queste riflessioni, giustificava la candidatura di un utente della struttura tra i delegati.

È una ulteriore dimostrazione dei metodi con i quali si conduce la gestione comunale a Bellinzona, tesi a impedire qualsiasi osservazione e discussione critica. Il ridicolo è poi stato sfiorato dal portavoce del PS che ha accusato le rappresentanti della lista MPS-POP-Indipendenti di “arrivare in ritardo, sempre all’ultimo momento con le loro proposte”: una bella faccia tosta visto che l’elezione dei delegati di stasera è avvenuta con 17 mesi di ritardo…

Alla presente presa di posizione alleghiamo quindi il testo dell’intervento che non ha potuto essere pronunciato.