mercoledì, luglio 24

L’MPS dice No al 5G

0

Pubblichiamo qui di seguito il testo dell’opposizione contro l’installazione di un’antenna di telefonia mobile che sarà ubicata sulla parcella del no. di mappa 3560 RFD, via dei Gaggini 3, comune di Bellinzona, secondo la richiesta di costruzione apparsa in data del 25 aprile 2019 all’albo del Municipio di Bellinzona della deputazione MPS al Gran Consiglio inviata il 13 maggio 2019 al Municipio di Bellinzona.

L’innocuità delle onde emesse da queste istallazioni, che vanno ad aggiungersi alle altre molteplici fonti di emissione di questo tipo (antenne telefoniche di precedenti generazioni, ecc.), non è ancora stata provata. Uno studio ordinato dall’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM) è attualmente in corso.

Il principio di precauzione ancorato nella nostra legislazione federale deve essere applicato in questo ambito. E finché i risultati di questo studio non saranno stati pubblicati, è di fondamentale importanza garantire la sicurezza e la salute della popolazione (abitanti e allievi) e di chi lavorano nel comune di Bellinzona, rinunciando per ora ad ogni tipo di installazione di infrastrutture di questo tipo.

Peraltro, nessuna pianificazione è stata stabilita riguardo all’istallazione delle nuove antenne sul territorio cantonale o comunale. Le cose sono state fatte precipitosamente violando i principi di pianificazione e di coordinamento previsti dal diritto delle costruzioni e della pianificazione del territorio.

Nel perimetro di 595 metri dalla prevista antenna vi è una forte concentrazione di costruzione abitative, scuole e alcune migliaia di lavoro legati all’amministrazione cantonale e federale. In questo perimetro si trova anche il Parlamento cantonale. I firmatari della presente opposizione sono stati elette/i deputate/o per il Gruppo MPS-POP-Indipendenti al legislativo cantonale per la legislatura 2019-2023. Abbiamo di conseguenza una legittimità attiva ad opporci a questo grave rischio per la nostra salute. La nostra opposizione è fatta a nome nostro e anche in rappresentanza della popolazione e di chi per ragioni di lavoro o scolastiche trascorre buona parte della propria giornata in vicinanza della prevista antenna. La sua istallazione metterebbe in grave pericolo la nostra salute così come la salute di chi vive e/o deve trascorrere buona parte della sua giornata nella zona.

Considerando le argomentazioni di cui sopra, chiediamo che questo progetto sia abbandonato e il permesso di costruzione rifiutato.

Share This