Carnevale e videosorveglianza: rispettate le disposizioni di legge?

0

Si è recentemente conclusa l’edizione 2018 del Carnevale Rabadan. Per l’occasione, sono apparse in diversi punti della Città delle videocamere di sorveglianza (Piazza Nosetto, Piazza Indipendenza, Piazza Collegiata, Autosilo Cervia, ecc), alcune delle quali sono ancora presenti (in data 27 febbraio 2018).
Spesso vengono addotti motivi di prevenzione e lotta alla criminalità e al vandalismo per giustificare la posa di videocamere sul suolo pubblico (videosorveglianza dissuasiva (1).
In realtà è ormai assodata l’inefficienza di tali sistemi, sia dal punto di vista preventivo sia da quello della deterrenza (2), tanto da essere stati criticati addirittura in Inghilterra, paese leader della videosorveglianza (3).
Per questi motivi si chiede al Municipio:
1. Esiste una base legale per la posa di videocamere durante il Carnevale Rabadan? Vi è un interesse pubblico preponderante che giustifica la posa di videocamere? Se si, quale?
2. La Società Rabadan necessita di permessi per la posa delle telecamere? Se no, perché? Se si, qual è la procedura da seguire e su quale atto legislativo si fonda?
3. La posa delle telecamere durante il Carnevale è competenza della Società Rabadan? Se no, perché e chi è competente per la posa?
4. Nel caso fosse competente il Municipio di Bellinzona: quali sono i costi generati dall’impianto di videosorveglianza?
5. Nel caso fosse competente la Società Rabadan: sono rispettate le norme vigenti comunali, cantonali e federali in materia di protezione dei dati (segnatamente: LPDP, RL 1.6.1.; LPD, RS 235.1)?
6. Per quale finalità vengono utilizzati i dati raccolti e per quanto tempo e dove vengono conservati? Chi ha accesso ai dati? Vengono eseguiti particolari controlli sulle persone che hanno accesso a tali dati?
7. I dati raccolti sono accessibili? Se no, perché? Se sì, a chi ci si deve rivolgere?
8. Alcune telecamere sono ancora visibili in Città: si tratta di videosorveglianza di tipo fisso o di tipo mobile (art. 4 lett. b Ordinanza municipale concernente la videosorveglianza sul territorio giurisdizionale del Comune di Bellinzona n. 71)?
9. Le cittadine e i cittadini sono stati informati della posa (art. 5 Ordinanza n. 71)?
10. Gli agenti di sicurezza privata presenti durante il Carnevale Rabadan hanno in dotazione oggetti di videosorveglianza (compresi telefoni aziendali con videocamere, telefoni privati, fotocamere aziendali o private)? Se si, quale base legale giustifica il porto?
11. In quali circostanze gli agenti privati possono eseguire riprese audiovisive durante il Carnevale
Rabadan? Per quanto tempo e dove vengono conservati i dati così raccolti? Chi ha accesso a questi dati?

*Interpellanza del 5 marzo 2018 al Municipio di Bellinzona delle consigliere comunali MPS-POP-Indipendenti Angelica Lepori Sergi e Monica Soldini.

1) https://www4.ti.ch/fileadmin/CAN/SGCDS/ICPD/PDF/TEMI/Commento_nuovo_Regolamento_standard_videosorveglianza_-
_Versione_definitiva.pdf (pagina 3). Si veda anche l’interpellanza comunale del 23.11.17 presentata da Lelia Guscio (Lega).
2) Martin Gill et Angela Spriggs, Assessing the impact of CCTV, Home Office Research Study, n° 292, Londra, 2005
(http://www.popcenter.org/Responses/video_surveillance/PDFs/Gill&Spriggs_2005.pdf);
3) https://www.theguardian.com/uk/2008/may/06/ukcrime1, http://news.bbc.co.uk/2/hi/8219022.stm.

Condividi.